A proposito di insegnamento…

Riceviamo dal nostro Presidente questa informazione su una interrogazione parlamentare riguardante l’insegnamento del mandolino

 

Atto Camera

Mercoledì 4 marzo 2020, seduta n. 315

La Camera,
premesso che:

l’articolo 3-quater posticipa dall’anno accademico 2020-2021 all’anno accademico 2021-2022 l’avvio dell’applicazione del regolamento – di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 143 del 2019 – recante le procedure e le modalità per la programmazione e il reclutamento del personale docente e del personale amministrativo e tecnico del comparto AFAM, al contempo differendo (dal 31 dicembre 2019) al 31 dicembre 2020 il termine per l’approvazione della prima programmazione triennale del reclutamento. Inoltre, consente l’inserimento di ulteriori soggetti nelle graduatorie nazionali, utili per l’attribuzione di incarichi di insegnamento presso le Istituzioni AFAM, istituite dalla legge n. 205 del 2017;

i licei musicali sono diventati operativi a partire dall’anno scolastico 2010/2011 e rappresentano un’importante novità nel sistema scolastico italiano. Rispetto alle precedenti sperimentazioni di licei a indirizzo musicale, essi si caratterizzano per la presenza nel quadro orario di un alto numero di ore di carattere specifico sotto forma di lezioni individuali di esecuzione e di interpretazione dello strumento musicale nonché di lezioni collettive;

attualmente all’interno del sistema scolastico della scuola secondaria di primo grado a indirizzo musicale, disciplinato dal decreto del Ministro della pubblica istruzione 6 agosto 1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 235 del 6 ottobre 1999, è previsto l’insegnamento di molteplici strumenti musicali. In particolare, per quanto riguarda l’insegnamento delle discipline musicali, il citato decreto elenca gli strumenti che possono essere insegnati nelle scuole secondarie di primo grado e individua i programmi di insegnamento. Da tale elencazione emergono evidenti lacune a causa della mancata inclusione di alcuni strumenti musicali;

il decreto, inoltre, dispone che nella scuola secondaria di primo grado a indirizzo musicale possono essere insegnati gli stessi strumenti musicali che sono insegnati nel conservatori di musica. Ogni allievo, pertanto, ha la facoltà di scegliere lo strumento musicale di suo interesse per seguire la sua naturale predisposizione. Attualmente, la classe di concorso riferita all’insegnamento degli strumenti musicali è la A077, che si suddivide in varie sottoclassi, ciascuna delle quali riferita a un singolo strumento (AJ77 per il pianoforte, AB77 per la chitarra, AM77 per il violino, AG77 per il flauto, AI77 per le percussioni, AC77 per il clarinetto e altre);

ad alcuni strumenti non è stato ancora riconosciuto alcun codice relativo alla sottoclasse e ciò ha determinato una serie di lacune sul piano delle abilitazioni all’insegnamento nonché delle relative graduatorie d’istituto e provinciali. Ciò comporta una incomprensibile discriminazione verso l’utenza e soprattutto verso i tanti giovani diplomati o laureati al conservatorio che oggi vedono ingiustamente limitata la spendibilità del proprio titolo di studio a parità di competenze, di difficoltà e di investimento economico rispetto agli altri strumenti,

IMPEGNA IL GOVERNO

a valutare l’opportunità di adottare, nell’ambito delle competenze oggetto del presente provvedimento, le opportune iniziative volte ad ampliare la gamma delle sottoclassi di concorso riferita all’insegnamento degli strumenti musicali al fine di includere l’insegnamento di strumenti musicali oggetto di studio nei conservatori ma ad oggi esclusi dall’insegnamento della scuola secondaria di primo grado a indirizzo musicale.

9/2407/10. Carbonaro, Nitti, Valente

Sei Partite per mandolino solo di Filippo Sauli -M°Rebuffa-

Si tratta della prima incisione integrale delle “Sei Partile per mandolino solo di Filippo Sauli” (registrate con due mandolini antichi dell’inizio del Settecento ) di cui due anni ho pubblicato anche la trascrizione e edizione critica per l’editore UT Orpheus.
Nel caso qualche socio fosse interessato ad averne una copia, sarei lieto di fare un prezzo speciale per i soci della federazione, molto più contenuto di quello della casa discografica o di Amazon.