QUARTETTO
A PIZZICO LIGURE



INDIRIZZO Via Aurelia, 280/2 - 17047 Vado Ligure (Savona) 
TELEFONO 347 4809388
INTERNET

www.quartettoapizzicoligure.com
www.myspace.com/quartettoapizzicoligure

E-MAIL mail @ quartettoapizzicoligure.com
ANNO DI FONDAZIONE 1996
COMPONENTI 4

Paola Esposito - mandolino
Antonio  Fiori - mandolino
Alessandro  Fiori – mandola / mandolino
Fausta Crispino – chitarra / mandoloncello

REFERENTE

Paola Esposito
Via Aurelia, 280/2 - 17047 Vado Ligure (Savona)
www.paolaesposito.com
www.myspace.com/paolaesposito
e-mail:  info @ paolaesposito.com

Il Quartetto a Pizzico Ligure nasce nel 1996 dall’unione artistica di quattro giovani musicisti cresciuti nel vivaio musicale ligure. La prestigiosa tradizione mandolinistica ligure è lo sfondo perfetto per l’attività del quartetto che ha sentito da subito il forte proposito di diffondere e valorizzare le specificità dell’eredità musicale regionale.


La Liguria, contemporaneamente ad altre regioni italiane, vedeva esplodere il fenomeno degli ensemble mandolinistici a partire dagli ultimi decenni dell’800. Nascevano allora le prime grandi orchestre mandolinistiche che contavano, ciascuna, decine di soci esecutori. Il mandolino usciva dalle sale da barbiere, dalle piole e cominciava a diffondersi trasversalmente nella società. Complici la gradevolezza del suono e l’intrinseca maneggevolezza, il mandolino prendeva piede ovunque. Era già allora considerato uno strumento da branco e ben godeva di un approccio diretto, semplice. Anche pochi rudimenti garantivano ai musicisti del primo novecento la soddisfazione di suonare in orchestra al fianco di colleghi con più anni di studio alle spalle o semplicemente più abili. Tutti erano uniti dalla passione per il mandolino e per la musica mandolinistica. Da allora è passato un secolo, la vita mandolinistica in liguria ha vissuto, al pari di altre grandi imprese, cicli ricorrenti di estatici boom e di recessioni. Oggi è la stessa passione di un tempo che spinge i più giovani a dedicarsi allo studio serio del mandolino. E non c’è recessione che tenga! Al contrario l’eclissi che ha oscurato il mandolino e le credenze che a tutt’oggi lo relegano a strumento da barbiere (ma quanto tempo è passato da allora!) sono una fionda potente.


I giovani del quartetto a pizzico ligure guardano avanti e sono, insieme ad altri illustri colleghi, i portavoce più accaniti di una nuova era che è già iniziata. Il quartetto propone agli ascoltatori un repertorio molto ampio che spazia dalla musica etnica alla trascrizione di operette ed arie d’opera, secondo la gloriosa tradizione mandolinistica. In particolare il quartetto si propone di rilanciare la musica ligure secondo due direttrici. La prima è costituita dal filone di tutti i grandi autori non liguri che hanno scritto composizioni pensando alla Liguria, una terra magica e certamente foriera di feconde ispirazioni. La seconda comprende quegli audaci compositori nati e vissuti proprio in Liguria che hanno dunque composto con i piedi ben piantati nella sua specifica realtà musicale.
Due punti di vista ben diversi ma certamente ricchi di specificità e di motivi di interesse.


Il Quartetto a Pizzico Ligure ha lavorato a monte nell’enorme varietà di composizioni e ne ha tratto spunti di musica esemplare che ora propone al pubblico ligure e non, e lavora con dedizione perché la tradizione mandolinistica ligure possa godere di nova ammirazione e l’eredità ricevuta passi di orecchio in orecchio per deliziare quanti amano la musica e l’originalità.

L’Ensemble ha partecipato a concorsi internazionali piazzandosi sempre ai primi posti (Concorso “N.Catania” 1997 – Menzione d’Onore; Concorso Internazionale “Città di Voghera” 1999 – 1° premio; Concorso “Città di Casarza Ligure” – 1° premio; Concorso “P. Taraffo” – 1° premio; Concorso “Ala di Trento”).
Si è inoltre esibito in Italia e all’estero: Genova, La Spezia, Alcamo (TP), Cuneo, Torino,  Roma, Alessandria, Sanremo, Francia, Svizzera, Germania.
 
I componenti del Quartetto sono inoltre prime parti dell’ Orchestra a Pizzico Ligure e del suo Ensemble da Camera, del Circolo Mandolinistico Risveglio di Genova Sampierdarena, dell’ Orchestra “Estudiantina Vogherese” di Voghera e dell’ensemble “Nuova Euterpe” di Sanremo.